https://www.tk1firesrl.it/

Tessuto BREVETTATO riflettente radar intrinsecamente galleggiante

Nasce dall'evoluzione di un fatto accaduto nel 1945 durante la seconda guerra mondiale, quando gli Inglesi bombardarono Amburgo disorientando i radar liberando nell'aria striscioline di alluminio. Il risultato fù la distruzione della città.

La stessa tecnica è attualmente utilizzata, non con striscioline di alluminio, ma con polvere metallica, denominata anche crusca, che liberata nell'aria in grandi quantità, crea delle vere e proprie nuvole (o cortine di inganno) dietro le quali effettuare le manovre, che vengono chiamate "corridoi di chaff" confondendo i missili a guida radar, deviandoli dai loro bersagli.

Da qui nasce l'idea di sviluppare un materiale adatto a costruire dispositivi di protezione individuale, zattere di salvataggio o giubbotti di salvataggio ad alta riflettenza radar, non per disorientare (creare falsi echi) ma per aumentare la possibilità di individuare tempestivamente mediante radar naufraghi aumentando le possibilità di salvataggio.

test e rapporti di prova

Test report 

TK1FIRE s.r.l. a febbraio 2023 ha ottenuto la certificazione CE 

del  modello Venezia 50N aiuto al galleggiamento

la prima giacca a vento realizzata con Tex-Radar-Reflectors 

Modello Venezia Giacca a vento 50N aiuto al galleggiamento

questo modello ha in dotazione il microchip  TK1FIRE

per maggiori informazioni 

inserendo il tuo indirizzo email, acconsenti a ricevere le ultime novità inerenti a prodotti progettati daTK1FIRE s.r.l per maggiori informazioni consulta la nostra informativa a tutela della Privacy policy

https://www.tk1firesrl.it/